Fly

Fly

Friday, 4 May 2018

L’odore della nostalgia.

Tra tutti I viaggi, questo è stato sicuramente quello più desiderato.
Un viaggio che se dovessi descrivere con un aggettivo, vorrei che fosse “avvolgente “. Come il caldo appena scesa dall’aereo, come la musica suonata ovunque e ad ogni ora, come i sorrisi della gente, come le attenzioni del mio compagno di viaggio. Di Cuba porto con me, il naso bruciato dal sole, la storia di Anita (guida turistica senza licenza), le colazioni di Kenia (la ragazza che gestiva la casa particulare ), il tango con Emilio ( ragazzo che impara a ballare con i video su youtube ). Porto con me il concetto di “razioni alimentari”, il gesto di Juan che con la mano fa un movimento circolare, come a mostrarmi tutta la sua casa, e la sua frase: “This is the real Cuba”.Mi porto dentro le 50 sfumature di blu del mare dei caraibi, l’odore della nostalgia e la speranza che non ci sia mai nessuno davanti alla porta dei nostri sogni. In qualsiasi angolo del mondo.




6 comments:

  1. la speranza che non ci sia mai nessuno davanti alla porta dei nostri sogni. Perché questa frase in fondo al tuo scrivere come se volessi marcare che la libertà anche nei sogni è determinate per te? Non hai un sogno da condividere? Non hai il desiderio che dietro quella porta ci sia la tua ragione per cui vivi? Non pensare al vento o al volo di un falco...ma volare e basta
    Buona domenica

    ReplyDelete
  2. Il senso della mia frase e' rivolto, forse, sopratutto ai cubani che ho nominato, che non hanno la stessa possibilità' di sognare che ho avuto io fino ad ora. Davanti alle porte dei loro sogni ci sono ancora molti controllori. Buona domenica a te Andrea

    ReplyDelete
  3. ... ecco dove eri finita! A Cuba!! :-)

    ReplyDelete
  4. Per il Mare delle Antille (detto anche dei Caraibi) battuta da forti onde
    e ornata di soffici spume, sotto il sole che la insegue ed il vento che la frena, cantando un fiume di lacrime naviga Cuba sulla mappa: un lungo caimano verde, con occhi di pietra e di acqua.


    Nicolas Guillen

    Finalmente Cuba.....
    Un post alla Sei Shonagon, molto poetico
    Felice per te fly



    ReplyDelete
  5. Ancora più' poetico il tuo commento, grazie Julia

    ReplyDelete