Fly

Fly

Sunday, 17 June 2018

Serie B

Dopo 15 anni, la squadra di calcio della mia città è tornata in serie B. I festeggiamenti sono durati tutta la notte, così mi racconta mia madre. Ed oggi, con i calciatori tornati in città, si continua a far festa.
Io la felicità di una città intera, che esplode nelle ore tarde della sera e continua fino a notte fonda, me la ricordo bene.
Era già successo il 5 giugno del 1988, non avevo ancora compiuto 15 anni e mio padre era andato via da una settimana, per sempre. 
Io, tutta quella felicità per una squadra di calcio, davvero non la capivo, anzi l’ho odiata e, al tempo stesso, invidiata. Avrei voluto sostituire il senso di vuoto che provavo, con quell’ entusiasmo che aveva coinvolto tutti.
E ci ripenso spesso, non al Cosenza in serie B, ma a quella ragazzina completamente persa in un dolore troppo più grande di lei. Me la ricordo bene quell' adolescente che non esternava nulla di ciò che aveva dentro, invece la cosa migliore da fare, sarebbe stata uscire da casa e unirsi a quella baraonda, con la speranza di farsi contagiare un po’ da tutta quella felicità. 

No comments:

Post a Comment